Chirurgia ortopedica

La chirurgia ortopedica è una branca della chirurgia inerente l'apparato osteo-articolare e teno-muscolo-legamentoso; all'interno di questa specializzazione figurano chirurgie che mirano a riparare processi patologici di origine traumatica (fratture, rotture, lussazioni) per esempio la ricostruzione dei legamenti (come il legamento crociato anteriore del ginocchio), sintesi di fratture ossee mediante placca, viti, chiodi endomidollari (osteosintesi interna) o mediante fissatori esterni.

Sono inclusi anche correzioni di deformità angolari delle ossa lunghe, varie tipologie di crescita anomala e di displasie.

Esempi importanti sono il radio curvo, la displasia del gomito, del ginocchio (spesso con lussazione della rotula) e dell'anca.

Parte importante e frequente occupa l'ortopedia degli animali giovani come nei casi di osteocondrosi dissecante (distacco di una parte della cartilagine articolare), mancata unione del processo anconeo dell'ulna, frammentazione del processo coronoideo e la necrosi asettica della testa del femore.

Un ulteriore campo interessante è la correzione di gravi patologie che espongono l'arto ad un pericolo di amputazione, come per esempio la presenza di un tumore il quale richiede un intervento di salvataggio (per esempio il trapianto osseo con artrodesi) oppure l'utilizzo di tutori e protesi ortopediche.