Articoli filtrati per data: Marzo 2021

 

 

Cane a tavola: esistono delle regole importanti

Quando si stabilisce accanto alle nostre gambe il nostro amico peloso sta aspettando che finiamo per vedere se rimane qualcosa anche per lui.

Altri cani sono molto insistenti in queste occasioni, arrivando a dare zampate, toccarci col loro muso o mettere addirittura la testa direttamente sulla tavola.

Tutto ciò mentre stiamo mangiando è una mancanza, che probabilmente gli abbiamo insegnato noi stessi.

Pensate alla stessa scena se avvenisse fra due cani: uno andare vicino alla ciotola dell’altro mentre sta mangiando? Succede raramente.

Perché è sbagliato?

A parte la questione educativa, ci sarebbero tanti buoni motivi per non dare cibo da tavola. Vediamone alcuni:

  1. Salute: i nostri piatti sono troppo conditi e molto spesso difficilmente digeribili per loro. Il loro apparato digerente è diverso dal nostro, e (in buona fede) potremmo causargli danni anche permanenti.
  2. Educazione: immaginate di avere ospiti a cena. E’ impossibile fargli capire che solo in quella occasione non è consentito chiedere cibo da tavola?
  3. Rispondete ai suoi comandi: oltre ai due punti precedenti addirittura rispondete agli ordini che vi da. Se il cane abbaia, piagnucola, vi tocca, fa gli occhi languidi, vi sta ordinando di dargli del cibo. Alcuni riescono a resistere qualche minuto. Poi il cane aumenta il tono della richiesta e il padrone cede. Così facendo avete appena insegnato come fare se il primo tentativo non riesce.

Come comportarsi allora?

Se vi piace mangiare con il cane accanto non dovete fare nulla. Stessa cosa se vi piace dividere il vostro piatto con lui (a patto che siano cibi adatti )

Se invece, non gradite la sua presenza a tavola, si deve fare qualcosa. E' sicuramente meglio intervenire fin da cuccioli, spiegando che non deve starvi troppo vicino mentre mangiate. Come? Lo ignorate. Con la giusta motivazione e continuità, anche un cane adulto imparerà.

Il cane insisterà, vi metterà una zampa addosso o vi toccherà con la testa. Spostategli la zampa, sempre senza guardarlo e senza parlargli. Il cane adesso cercherà di entrare nel vostro spazio visivo. Evitatelo con un movimento naturale.

Tutti i membri della vostra famiglia e gli ospiti dovranno seguire le regole. Non esistono eccezioni come: "poverino ha fame" "è Natale..", "siamo in vacanza", "oggi è rimasto solo”.

Per i motivi spiegati sopra è importantissimo non cedere se il cane aumenta il tono della richiesta.

Non fa differenza dare un pezzetto di pane o una fetta di carne. Il messaggio deve essere: “ Da tavola non arriva mai nulla”. Smetterà non appena avrà capito.

E' importante valutare che un cane abituato a mangiare da tavola difficilmente sarà interessato ai croccantini in un primo periodo. Non importa neanche che serviate il pasto al vostro cane prima, dopo o durante il vostro pasto (È giusto far mangiare il cane mentre mangiamo noi?) . No ed i motivi sono due:

  1. Non dare NULLA da tavola.
  2. Lasciare la sua ciotola a terra per un tempo limitato (circa 20 minuti) in questo modo saprà che ha un tempo limitato per mangiare i croccantini (“posso mangiarlo senza fretta, dopo di ché la ciotola sparisce“).

 

Attenzione!!: il cane non deve mangiare per “capriccio”. La mancanza di appetito è spesso uno dei primi sintomi di molti disturbi nella salute del cane. Non spaventatevi se salta un pasto, ma se il digiuno totale si protrae per un tempo eccessivo, contattate il vostro veterinario di fiducia.

Pubblicato in news